Repente assieme a Bepink per dire no alla violenza di genere

In attesa del ritorno in gruppo, la stagione di Silvia Zanardi e Silvia Valsecchi si è aperta con un primo impegno con la Nazionale Italiana in vista delle prossime Olimpiadi di Tokyo.

Le due atlete di BePink infatti lo scorso giovedì hanno raggiunto la Sicilia e, sino al primo febbraio, parteciperanno ad un training-camp di preparazione in programma sulle strade dell’Isola e sull’Etna per lavori specifici in altura.

Il ritiro con la selezione Azzurra precede l’avvio ufficiale dell’annata agonistica di BePink, previsto per febbraio.

Il 2021 per BePink non sarà solamente all’insegna dello sport. La formazione lombarda infatti ha deciso di implementare il proprio impegno in ambito sociale e di svolgere un ruolo ancora più attivo a sostegno della difesa delle donne. 

Repente affianca BePink, la cui mission è da sempre focalizzata sulla valorizzazione della figura e della professionalità femminile in ambito sportivo, in prima linea in questa importantissima causa anche con le proprie atlete “nel ruolo di ambasciatrici”. Il primo atto concreto per la nuova stagione 2021 sarà quello di rappresentare il messaggio sociale sulla propria divisa da gara ed apporre sulle selle Repente un nastrino rosa, per dire basta a quella che – per citare l’ONU – è “una delle più devastanti violazioni dei diritti umani” e contemporaneamente infondere coraggio a tutte le donne vittime di violenza in quanto non resteranno mai emarginate e come in un team “Unite si Vince”.