La sostenibilità delle selle Repente sulla pagina Innovazione del Corriere della Sera

Sul Corriere della Sera la sostenibilità declinata nella componentistica d’alta gamma per bici. Repente: sedute sostituibili e intercambiabili: più risparmio, meno materiale di scarto.

L’esempio delle Selle Repente

Si sa che è bene sostituire di tanto in tanto le sottilissime selle per le bici da corsa perché si sono rovinate, perché hanno perso la loro (seppur minima) capacità di ammortizzare i colpi, perché devono adattarsi ad un fondoschiena diverso… L’italianissima Maclart, da Romano d’Ezzelino in provincia di Vicenza (all’interno del “distretto del settore”, insieme alla padovana SMP e alla trevigiana Selle Italia), è proprietaria del brand Repente che fornisce anche squadre professionistiche. Il loro sistema brevettato RLS permette di cambiare solo la seduta, senza dover gettare la struttura portante: basta svitare le tre viti che le uniscono, sostituire la seduta usata con quella nuova, passare un minimo strato di liquido frenafiletti e avvitare le tre nuove viti fornite nel kit. Più economico, più sostenibile. Una novità.